Archivi tag: verità

Il nirvana artificiale

Un luogo comune vuole che la tecnologia abbia cambiato il nostro modo di lavorare      e di vivere. È una evidenza che nasconde però ben altra verità. Una verità che si manifesta oggi anche attraverso il nuovo linguaggio del luogo … Continua a leggere

Pubblicato in LA FINESTRA SUL CORTILE | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Dobbiamo diffidare degli -ismi. 

Nell’immaginario collettivo, il senso comune, il termine ideologia ha assunto oggi una connotazione per lo più negativa. Infatti esso viene spesso percepito come una metafora dell’autoritarismo, evocando il fantasma del nazismo o del comunismo. Tutti ritengono di conoscere il termine e conversano tra di … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO, LA FINESTRA SUL CORTILE | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Date a Cesare quel che è di Cesare

Sono stupito dall’insipienza con cui innumerevoli autori trattano il problema della scienza. Si rivolgono perlopiù contro chi “pretende di mettere in discussione ogni singolo elemento della realtà” (Carlo Rovelli) né è in discussione che la scienza sia “la stella polare orientata … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Verità e realtà

Quando una cosa ci appare reale noi la diciamo vera. Vero è ciò che è conforme alla realtà. Come sempre ciò che ovvio ci appare anche banale. Tra vero e reale pare dunque esserci un identità. Se così fosse i due … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Perle di vetro

È necessario dire e pensare che il gioco non consiste nelle regole. Senza regole nessun gioco. Il gioco perfetto non ha regole. Fatte le regole il gioco può cominciare. Il gioco comincia quando le regole sono di tutti. Note a … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Je ne suis pas Charlie

Quando si è di cattivo umore si tende ad essere aggressivi, lo so, e per una volta mi permetto di non essere politicamente corretto. Perciò fate attenzione:  “le parole che seguono potrebbero urtare la vostra sensibilità“.

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Parigi val bene una messa?

Gli ultimi tragici avvenimenti nella capitale Francese mi hanno portato in sogno alcune riflessioni. Se è vero come è vero che nessun popolo è giunto fino a noi se non a mezzo della religione, è altrettanto vero che gli dei sono … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Horror vacui

Che l’uomo abbia inventato Dio a sua immagine e somiglianza è un fatto. È tuttavia altrettanto vero che nessun popolo sia giunto fino a noi senza una religione. L’ateismo, nelle sue varie forme dello agnosticismo e del nichilismo, ha fatto capolino solo in … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

L’uomo non è ciò che mangia.

In fondo ma solo in fondo, le cose sono semplici. La scienza progredendo elimina le credenze delle epoche passate. Questo asserito è apodittico ovvero ovvio e incontrovertibile, ça va sans dire. Tra le credenze passate vanno senz’altro annoverate quelle contenute … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

L’io sento

Sento dunque sono? Leggiamo cosa dice  Louis Agassiz  a proposito dei neri americani nella seconda metà dell’ottocento in una lettera alla moglie (His life and corrispondence, Luis Agassiz, 1893): “Tutti gli inservienti del mio albergo erano uomini di colore. Mi è difficile … Continua a leggere

Pubblicato in IL CAMINETTO | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento
image_pdfimage_print